Untitled-1.jpg Untitled-2.jpg Untitled-3.jpg Untitled-4.jpg Untitled-5.jpg


A due studi romani il concorso di idee dell’Immobiliare Veneziana
per interventi di social housing nelle aree di Cà d’Oro e Vallenari, a Mestre


Assegnati i concorsi di idee per i progetti di social housing dell’Immobiliare Veneziana nelle aree di Cà d’Oro e Vallenari, a Mestre.
La commissione, presieduta dall’architetto e saggista Franco Purini e composta dagli architetti Renata Codello (Soprintendente ai Beni Architettonici di Venezia), Antonio Gatto (Presidente dell’Ordine degli Architetti di Venezia), Gianluca Peluffo (dello studio 5+1AA) e dell’avv. Maria Grazia Romeo, ha scelto i due vincitori tra oltre settanta progetti presentati (tutte le opere che hanno partecipato al concorso saranno pubblicate in un istant book realizzato dall’Immobiliare Veneziana).
Il concorso per via Ca’ d’Oro è stato vinto dallo studio IaN+ di Roma. L’area consente una edificabilità di 17.780 mq di superficie lorda di pavimento.
doro1.jpgdoro2.jpg
Il concorso di via Vallenari invece è stato vinto da 2A+P/A studio associato di Roma. Nell’area è consentita una edificabilità di 28.430 mq di superficie lorda di pavimento.
Per quanto riguarda il progetto di Via Cà D'Oro, dello Studio IAN+ (architetti Baglivo, Galofaro, Manna) gli alloggi totali sono 114. Per quanto riguarda il progetto di Via Vallenari, dello Studio 2A+P/A (architetti Costanzo, Cannistraci, Bombaci ) la residenza è: 364  unità residenziali, 12 ville isolate.
valle1.jpgvalle2.jpg

In entrambe le aree, IVe ha in programma interventi di housing sociale: grazie ad una partnership pubblico-privata, si vogliono immettere sul mercato case da affittare a canone calmierato, per venire incontro alle difficoltà del ceto medio (giovani, lavoratori precari, impiegati pubblici, famiglie monoreddito) a confrontarsi con i prezzi del libero mercato.
“Sono idee belle e realizzabili – commenta il presidente di IVe Ezio Micelli – grazie ai quali completiamo, almeno dal punto della vista della progettazione, l’incarico sul social housing che ci ha dato il Comune di Venezia nel luglio del 2007. In questo arco di tempo siamo riusciti a effettuare tutte le fasi del progetto di via Pertini (i lavori sono iniziati ai primi di febbraio 2010), assegnare il bando di via Asseggiano, completare il progetto di via Mattuglie, appaltare gli interventi alla ex caserma Manin di Venezia e realizzare il concorso di idee per via Cà d’Oro e via Vallenari: e per tutte il nostro obiettivo è stato quello di puntare sulla qualità e sull’innovazione, perché crediamo che con questi interventi – oltre a rispondere ad una funzione sociale – possiamo contribuire al recupero architettonico e urbanistico di interi quartieri”.
Soddisfatto dell’esito anche il presidente della commissione, Franco Purini. “Entrambi i progetti – spiega – dimostrano una grande capacità di fare sperimentazione e innovazione. Sono esempi di un’architettura avanzata che non solo disegnano uno spazio, ma anche la comunità che andrà a riempire questo spazio. Progetti eseguiti con sapienza, che riescono – ed è questo il tratto distintivo – ad essere globali interpretando la località”.
“Siamo riconoscenti ad IVe - aggiunge il presidente dell’Ordine Antonio Gatto -  per aver dato la possibilità all’Ordine degli Architetti di concorrere a questo bando. La risposta è stata molto positiva, sia per la quantità che per la qualità dei partecipanti. Il lavoro della giuria è stato sentito, collaborativo e condiviso, e il risultato è di alta qualità e pregno di proposte innovative”.

Progetti relativi all’area di Via Vallenari risultano vincitori i seguenti progetti:

  1. Studio Costanzo-Cannistraci-Bombaci
  2. Studio Comelli di Udine
  3. Studio Damiani di Trieste

Progetti relativi all’area di Via Ca D’Oro risultano vincitori i seguenti progetti:

  1. Studio IAN+ - Baglivo, Galofaro, Manna
  2. Studio Tronchin-Ravagni-Traverso di Venezia
  3. Studio AZstudio Zuliani-Castro di Udine

Venezia, 5 marzo 2010